Regolamento

Secondo quanto disposto dal comma 3 dall’art. 11 del Regolamento del Consiglio Comunale consiglio 2della Città di San Giorgio a Cremano approvato con delibera di C. C. n° 127 del 16 ottobre 2013, i componenti del CONSIGLIO DEI BAMBINI E DELLE BAMBINE del biennio 2014/2015, hanno redatto il seguente regolamento che hanno chiesto di far approvare dall’Amministrazione Comunale.

  1. Del CONSIGLIO DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI fanno parte i bambini che vengono sorteggiati nelle classi quarte, un maschio e una femmina per ogni plesso scolastico di scuola primaria della città. É necessario sorteggiare un sostituto dopo quattro assenze consecutive.
  2. La durata del mandato di ogni Consiglio è due anni. Ogni due anni, il 20 novembre, in occasione dell’anniversario della Convenzione ONU sui diritti dei bambini, escono i bambini che hanno terminato la quinta ed entrano i bambini che iniziano la quarta.
  3. Il consiglio si riunisce almeno ogni quindici giorni ed è condotto da un esperto adulto e dal coordinatore del Laboratorio Regionale Città dei bambini e delle bambine, che saranno sempre gli stessi per il rapporto educativo da stabilire e per mettere i bambini in condizione di esprimere le loro idee e stimolare gli amministratori ad ascoltare le idee dei bambini e a tenerne conto.
  4. I bambini del Consiglio si riuniscono nella sala della soffitta di Villa Falanga, sulle poltroncine nuvola disposte in cerchio. Si possono utilizzare anche altri luoghi se l’incontro da fare prevede un’attività laboratoriale.
  5. Si inizia ogni seduta del Consiglio con tutti i partecipanti disposti in cerchio e con un rito di saluto. Nessuno deve restare fuori dal cerchio. Il rito si ripete ogni volta che entra una nuova persona nel cerchio.
  6. Si parla a turno iniziando uno per volta nel cerchio proseguendo in senso orario. Per parlare nuovamente bisogna attendere la fine del giro quando tutti hanno espresso la loro opinione. Per parlare bisogna alzare la
    mano ed aspettare che ci venga data la parola dal coordinatore. Non si deve interrompere l’intervento degli altri.
  7. Nel Consiglio delle bambine e dei bambini si discute di temi riguardanti la città di San Giorgio a Cremano proposti dall’Amministrazione Comunale o dagli stessi bambini. Il Sindaco, la Giunta ed il Consiglio comunale possono consultare i bambini del Consiglio ogni qual volta ritengono utile assumere il loro parere su decisioni da prendere e, se accolte, devono informare il Consiglio delle bambine e dei bambini sulla loro realizzazione.
  8. Nel Consiglio delle bambine e dei bambini, le decisioni finali su un determinato argomento si prendono quando tutti i presenti sono d’accordo senza fare votazioni o alzate di mano, si discutono le varie idee, fino a che non si trova un punto di incontro.
  9. Alle riunioni del Consiglio non possono partecipare gli adulti, a meno che non siano richiesti dai bambini stessi. Può sempre partecipare il Sindaco o suoi delegati.
  10. Ogni anno si deve realizzare un giornalino denominato: IL CONSIGLIO DEI BAMBINI, che deve contenere notizie sulle attività, incontri e interviste svolte durante l’anno.
    Regolamento approvato il 18 giugno 2015 dai bambini partecipanti al Consiglio delle bambine e dei bambini nel biennio 2014/2015.